Immagini Galleria

COFFEE BREAK AT OFFICINE SAFFI

Immagini Opere

COFFEE BREAK AT OFFICINE SAFFI

  • Sz01

Dettagli Mostra

COFFEE BREAK AT OFFICINE SAFFI

Artisti Serena Zanardi

Dal 5 giugno 2013 al 15 settembre 2013

Officine Saffi Ceramic Arts Gallery continua il suo percorso di ricerca della ceramica artistica contemporanea ospitando tre artisti selezionati tra i partecipanti al premio Coffee Break promosso dal Museo Gianetti di Saronno: Narciso Bresciani, Lorenzo Cianchi e Michela Minotti.

Dettagli

Officine Saffi come parte della giuria del premio Coffee Break propone al pubblico milanese da mercoledì 5 giugno tre artisti selezionati tra i partecipanti e che per tale motivo hanno ottenuto la menzione speciale Officine Saffi: Narciso Bresciani, Lorenzo Cianchi, Michela Minotti.

I tre artisti sono stati scelti da Officine Saffi per essersi distinti con le loro opere inedite per originalità, tecnica e risultato. Insieme pur con esiti completamente differenti tra loro, si fanno interpreti dello spirito del nostro tempo, avvalendosi di quella ricerca di idee e forme archetipe propria di coloro che riescono a farsi precorritori interpretando meglio di altri la sensibilità comune.

Leitmotiv delle loro opere è il sentimento di rottura e di distonia con la realtà rappresentato dalla matericità intrinseca all’argilla, la commistione della terra con materiali diversi, le forme spezzate.

La modulazione delle superfici di Narciso Bresciani, nella loro consistenza cromatica e materica, le linee interrotte, creano un senso di movimento ed energia. Le forme lasciano libere interpretazioni e suggestioni sulle metamorfosi in atto. Metamorphosis dreams come Bresciani le chiama, dove ogni opera sembra sottolineare la necessità di una percezione consapevole dello spazio e traduce il rapporto dell'artista con il tempo e i complessi passaggi della creazione.

Lorenzo Cianchi invece, giovanissimo artista fiorentino, presenta al pubblico opere in ceramica grottesche ispirate nella loro componente ironica ai Netsuke, piccole sculture in porcellana, legno o avorio che decoravano i Kimono giapponesi.

Nel suo lavoro di ricerca formale trae ispirazione da più fonti: la natura, come per l’opera Autogamia, il figurativo primordiale e i disegni infantili, pensiamo alla membrana osmotica di Di cosmo, ed ancora i bestiari medioevali, Bosch e autori più contemporanei come Mirò e Klee, Houseago, Mccarthy, Buggenhout e Hawkinson.
Le sue sculture raccontano “la storia di piccoli organismi che cercano di farsi spazio dall'ombra arrivando al cannibalismo”, provocazione attraverso la quale Lorenzo Cianchi cerca di ritrovare ciò che è rimasto di vitale nell’essere umano, eliminando dinamiche stagnanti e ripetitive.

Michela Minotti esprime nella resa tridimensionale della texture delle sue sculture circolari la propria ricerca personale ed artistica, ma anche il percorso di vita di quelle persone che tendono ad un volo pindarico. Intrinsecamente enfatico, perfetto, almeno nelle intenzioni del cerchio – forma che di per sé richiama alla perfezione – ma che viene molto spesso destabilizzato per contingenze esterne e/o interne alla materia stessa e privato della liricità con le risultanti forme irregolari e spezzate.

INFORMAZIONI:

Mostra: Coffee Break at Officine Saffi
Date: 5 giugno – 15 settembre 2013
Inaugurazione: mercoledì 5 giugno ore 18.30 – ingresso libero
Sede: Officine Saffi, Ceramic Arts Gallery, Via A. Saffi 7, Milano.
Tel:+39 02 36 68 5696
Mail: info@officinesaffi.com
Orari di apertura: dal Lunedì al Venerdì 10.00 – 18.30